Albero Genealogico

Albero Genealogico - VALLE FRAZIONE DI PRECI

L'albero genealogico della Famiglia Buccolini di Valle

VALLE FRAZIONE DI PRECI

Le Nostre Offerte

VALLE FRAZIONE DI PRECI

Desideria Card - Premia i tuoi Desideri

Valle, la frazione più piccola del Comune di Preci

Valle, la frazione più piccola del Comune di Preci - VALLE FRAZIONE DI PRECI

Valle è una piccolissima frazione posta tra le due valli, Oblita e Castoriana, originariamente sorta come castello di pendio per difendere l'abbazia di Sant'Eutizio. Tra i monumenti d'interesse, la chiesa della Madonna del Rosario (XVI secolo - ricorrenza 7 Ottobre) e la chiesa di S. Fiorenzo (XIII secolo - ricorrenza 28 Maggio).

L'Abbazia di Sant'Eutizio

L'Abbazia di Sant'Eutizio - VALLE FRAZIONE DI PRECI

L'Abbazia di S. Eutizio è di origini antichissime, per diversi secoli fu il centro ispiratore di tutte le attività della valle. L’Abbazia sorse e si sviluppò sul luogo dove nel V sec. S. Spes, con un gruppo di altri eremiti sparsi nella zona, avevano eretto un oratorio dedicato alla Vergine. Alla morte di S. Spes, S. Eutizio per le sue grandi virtù, divenne la guida spirituale del cernobio. La comunità ebbe un notevole impulso ed in questo periodo venne eretto il primitivo monastero e la chiesa nella quale alla sua morte vennero deposte le spoglie di S. Eutizio.
Trascorsero alcuni secoli nel corso dei quali al monastero vengono concessi, sia dall’Impero che dalla Chiesa, numerosi privilegi e donazioni. Nel 1180, l’abate Teodino I diede inizio ai lavori per il restauro e l’ampliamento della chiesa, l’opera si concluse nel 1236 sotto il successore Teodino II. Oggi la chiesa, cuore dell’abbazia, mostra ancora, priva di manomissioni, la superba facciata ingentilita da un rosone di stile romanico-spoletino. All’interno, sotto un presbiterio decisamente rialzato, si scopre un’ampia cripta, le cui volte poggiano su due massicce colonne in pietra locale appartenute, probabilmente, all’antico oratorio. Al centro del presbiterio troviamo un pregevole tempietto nel quale si conservano le spoglie di S. Eutizio. Il monumento, di pregevolissima fattura, attribuito a Rocco da Vicenza, venne scolpito nel 1514 su commissione dell’abate Scaramellotti. A contorno, nello stesso periodo, venne intagliato in legno di noce il coro, opera di Antonio Seneca della vicina Piedivalle.
Il complesso dell’abbazia si affaccia su due cortili. Il primo, più ampio, nel quale domina la chiesa, è meravigliosamente ingentilito da due splendide bifore trecentesche. Nel secondo cortile, ad ornamento di una fontana, è stata posta una transenna in pietra, scolpita a losanghe, riferibile all’VIII secolo e appartenente alla antica chiesa dedicata alla Vergine.
Molto suggestive sono le grotte dove si ritirarono S. Eutizio e S. Fiorenzo, scavate nello sperone roccioso che sovrasta, a picco, l’abbazia e, sulla cui sommità venne poi eretto il campanile.
Oggi il complesso si compone della chiesa e del monastero, edificati sulla base di una rupe su cui svetta il campanile, opera dell'Architetto G.B. Crescenzi. Nella roccia sono visibili le celle dei primi anacoreti e in basso molte tombe, presenti anche nel presbiterio della chiesa. In queste ultime la tradizione riconosce la primitiva sepoltura Dei Santi Eutizio e Spes, le cui reliquie furono spostate più volte fino alla disposizione nell'arca del presbiterio.
La chiesa è ad una sola navata, con il coro rialzato; elemento di vanto è l’abside che si articola in forma poligonale con pilastri angolari che si concludono in capitelli da cui si dipartono archi ad ogiva. Il chiostro si sviluppa in una serie di grossi arconi comunicanti fra loro e sulla prima parte di esso si affacciano due eleganti bifore seicentesche, appartenenti rispettivamente alla sagrestia e alla biblioteca.
Dopo il recente restauro, L'Abbazia, che colpisce per la sua intensità spirituale ed umana, offre una confortevole ospitalità, disponendo sia dell'edificio adiacente al complesso monastico, sia della vicina casa di Campi.
Famiglie e gruppi in cerca del contatto con la natura possono pernottare nelle confortevoli camere doppie, triple e quadruple ed usufruire di un'ampia cucina autogestita e co gestita insieme agli ospiti
Per informazioni e prenotazioni:
Abbazia di S. Eutizio - Loc. Piedivalle - 06047 Preci (PG)
Tel. +39.0743.99659
Don Giampiero: 3339170077

Piedivalle

Piedivalle - VALLE FRAZIONE DI PRECI

Piedivalle è una frazione del comune di Preci (PG) disposta lungo il corso del fiume Campiano, a 611 m s.l.m., ed all'incrocio con un itinerario montano storico che porta a Visso. Secondo i dati del censimento Istat del 2001, gli abitanti sono 35.
Insieme alle vicine comunità di Acquaro e Valle, sorse per ospitare le famiglie che desideravano la protezione dei monaci dell'abbazia di Sant'Eutizio.
Nel paese si trova la chiesa di San Giovanni Battista (XVI secolo), con un portale risalente al 1535, e la chiesa di Santa Maria del Ponte (XVII secolo).
A breve distanza, il monumento principale dell'intera valle Castoriana è costituito dall'abbazia, fondata dal leggendario monaco siriano Eutizio, nel V secolo: egli fu maestro di vita per san Benedetto e santa Scolastica. Essa si trova nella stretta valle posta tra i monti Moricone e Macchialunga, erede dei primi insediamenti fondati dal monaco Spes, di cui rimangono alcune tracce nella grotta dell'abbazia. All'interno è conservato anche un Reliquiario del 1544, in argento, rame ed oro, contenente il cilicio del santo.
Gli eventi principali sono rappresentati dalla Festa di Sant'Eutizio, il 23 maggio, e dalla Festa della Madonna del Ponte, a ferragosto. Il 9 dicembre invece si svolge lu focaracciu, l'accensione di falò di ginestra nella notte per ricordare la leggendaria traslazione angelica della Santa Casa di Nazaret fino a Loreto. La filastrocca cantata nell'occasione recita:
« venite a scallavve tutti quanti
sia dereto che davanti,
e in questa serata bella
co lu vinu e la ciammella
sia a lu bieju che a lu bruttu,
j'atturimo lu cunnuttu. »

Il Territorio e La Comunanza Agraria Guaita di S. Eutizio

Il Territorio e La Comunanza Agraria Guaita di S. Eutizio - VALLE FRAZIONE DI PRECI

Le opere più importanti che la Comunanza Agraria di S. Eutizio ha realizzato in questi ultimi anni.

 

"Con questo filmato vogliamo far conoscere ciò che è stato fatto e ciò che ancora si deve fare per il nostro territorio.
Non sempre è stato facile ottenere fondi per migliorare la vivibilità e l'economia dei nostri luoghi. La Comunanza Agraria è vita, dobbiamo tutelare le nostre montagne, valorizzare i nostri usi, costumi e consuetudini, ma soprattutto mantenere intatte le nostre identità.
Il Presidente e l'Amministrazione tutta vi augurano una buona visione.


http://www.comunanzaguaitasanteutizio.com/

Feste e Ricorrenze

Feste e Ricorrenze - VALLE FRAZIONE DI PRECI

S. MACARIO - 2 Maggio - Frazione di Valle

S. EUTIZIO - 23 Maggio - All'Abbazia di S. Eutizio, Festa del Patrono 

S. FIORENZO - 28 Maggio - Frazione di Valle

S. GIOVANNI - 24 Giugno - Frazione di Piedivalle, Festa della Madonna del Ponte


FESTA DELLA MADONNA DELL'ASSUNTA - 15 Agosto - Frazione di Acquaro

FESTA DELLA MADONNA DEL CASTELLO - 1° Sabato dopo Ferragosto - Frazione di Collescille


http://www.comunanzaguaitasanteutizio.com/

  • 19/09/2017
  • Invia a un amico